Dichiarazione di voto – Consiglio comunale 22 settembre 2014

Pubblichiamo di seguito la dichiarazione di voto contrario espressa dal nostro gruppo in merito all’approvazione del bilancio di previsione nella seduta consigliare del 22 settembre 2014.


 

Riguardo al punto n° 2 dell’ordine del giorno del Consiglio Comunale convocato in seduta ordinaria il 22 settembre 2014, approvazione bilancio di previsione 2014 – bilancio pluriennale e relazione previsionale e programmatica per gli anni 2014/2016 – programma triennale delle opere pubbliche ed elenco annuale 2014 – verifica stato di attuazione dei programmi e verifica del permanere degli equilibri di bilancio, il gruppo consiliare Una buona Idea esprime voto contrario in quanto:

  • Trattasi di bilancio di previsione per l’anno 2014 formulato in base a tariffe della IUC e al valore dell’addizionale IRPEF approvati in seduta di Consiglio Comunale illegittimo (seduta straordinaria di Consiglio Comunale del 9 settembre 2014), come formalmente segnalato a questa Amministrazione e agli organi competenti.
  • Inoltre, la mancata modulazione della TASI e l’aumento indiscriminato dell’addizionale IRPEF ricadranno sulle tasche dei solbiatesi indistintamente, senza tenere alcun conto dei diversi redditi dei nuclei familiari.

Le modalità di stesura del bilancio in oggetto non hanno minimamente tenuto conto delle minoranze rappresentate in consiglio, contrariamente a quanto proferito sia in campagna elettorale che in sede di riunione, tenutasi il 28 giugno 2014, della quale attendiamo ancora il verbale di cui il Sindaco ha incaricato della stesura un componente del Movimento 5 stelle.

Un comportamento che non rispetta le parti, i ruoli, e nemmeno le persone; purtroppo il tipico comportamento di questa amministrazione.

Troviamo ridicolo il modo di agire di questa amministrazione, che propina ai cittadini notizie false tramite i principali organi di stampa di cui riportiamo un esempio:

«Abbiamo fatto come i farmacisti, centellinando ogni spesa». È così che il sindaco di Solbiate Olona, Luigi Melis, presenta le nuove aliquote per le tasse che i contribuenti dovranno pagare: «Per il terzo anno consecutivo non chiederemo l’IMU sulla prima casa -spiega il Primo Cittadino- terremo l’addizionale Irpef allo 0,2 e per la Tasi adotteremo lo 0,8 per la prima casa e lo 0,5 per le altre realtà». (http://www3.varesenews.it/busto/centelliniamo-come-i-farmacisti-ma-le-tasserimangono-al-minimo-293305.html)

Il voto di maggio che ha visto prevalere La Voce Solbiatese non è un buon argomento per prendere in giro i cittadini solbiatesi con annunci e proclami a mezzo stampa che poi non vengono rispettati.

Infine, un bilancio di previsione approvato a settembre è pressoché inutile ai fini della programmazione delle attività dell’Ente.

Le norme di legge in vigore concedono di approvare il bilancio con queste tempistiche, ma non vietano di essere virtuosi e lungimiranti, approvando quindi il bilancio di previsione in tempi adeguati all’effettiva programmazione delle attività del Comune nell’interesse dei cittadini.

Questa amministrazione è al secondo mandato, aveva tutti i mezzi per poter approvare il bilancio di previsione in tempi più consoni.

Solbiate Olona, 22 settembre 2014

Maria Cristina De Simone – Capogruppo Una Buona Idea

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...