Partecipazione, #unabuonaidea

accordo moltiAbbiamo scelto di mettere al primo posto del nostro programma la partecipazione, perché crediamo che debba essere questa la base condivisa sulla quale pensare e costruire qualsiasi progetto.

La condizione necessaria (ma non sufficiente) per garantire la partecipazione dei cittadini è una comunicazione chiara, semplice e costante: i cittadini devono avere la possibilità di interagire in modo appropriato e continuativo con gli amministratori. Raggiungeremo questo obiettivo affiancando alle prassi tradizionali una comunicazione digitale e multimediale efficiente, e predisponendo confronti pubblici periodici. Così facendo raggiungeremo tutti i cittadini, sia quelli che usano Internet che quelli che non lo usano. La comunicazione, inoltre, deve essere continua e reciproca, non deve essere solo un passaggio di informazioni ma uno scambio assiduo di impressioni e di pareri: i cittadini saranno invitati a comunicare in forma scritta opportune idee e suggerimenti per migliorare la qualità della vita della comunità. Tali suggerimenti saranno discussi nelle commissioni preposte. Lo scopo finale è raggiungere in qualsiasi momento tutti attraverso un qualche strumento, e viceversa : chiunque deve avere la possibilità di confrontarsi con l’Amministrazione di Solbiate e trovare le risposte che cerca.

A livello istituzionale garantiremo la condivisione e la trasparenza dei processi decisionali migliorando la comunicazione dei punti dei consigli comunali (attraverso presentazioni multimediali e soffermandoci al termine del consiglio stesso per rispondere a domande/chiarimenti da parte del pubblico) e  rendendo consuetudinarie le commissioni comunali aperte al pubblico (garantendo il rispetto della privacy in caso di argomenti sensibili).

organi_collegialiLe commissioni comunali sono organi consultivi che supportano la giunta e forniscono pareri su questioni di particolare interesse, che vanno dall’urbanistica, all’ambiente, alla cultura, eccetera. Il reale contributo di queste commissioni dipende dai componenti, dall’attivismo dei loro presidenti e dall’attenzione che viene loro dedicata da parte di sindaco e giunta. Se verranno a mancare questi elementi Il rischio che questo contributo si riduca a qualcosa di trascurabile è elevato, come è accaduto in questi anni per alcune di queste commissioni. La nostra buona idea è valorizzare il ruolo delle commissioni affidando loro il compito di organizzare e gestire gruppi di lavoro e tavoli tecnici in grado di lavorare ai vari progetti in maniera più esaustiva possibile.

Biblioteca digitaleIn pratica i gruppi di lavoro sono unità operative che servono ad affrontare tematiche di varia natura e che hanno carattere temporaneo per il conseguimento di risultati sul breve e/o medio termine. Gli obiettivi da raggiungere sono l’attivazione di servizi, l’organizzazione di eventi culturali, sportivi, ricreativi e la realizzazione di sistemi di comunicazione digitale. Uno dei gruppi di lavoro potrebbe occuparsi della riqualificazione del museo socio storico di Solbiate, ad esempio attivando un sistema di archiviazione digitale di foto, documenti e testimonianze solbiatesi che avrà la sua sede proprio nel museo.

Un altro gruppo di lavoro possibile potrebbe essere quello che si occupa di elaborare e gestire l’immagine integrata del comune di Solbiate in collaborazione con le scuole e gli artisti solbiatesi, attraverso la produzione di slogan, loghi e tutto quanto può essere utile per caratterizzare in modo esclusivo la comunità di Solbiate Olona conformando un proprio biglietto da visita nelle attività pubbliche interne e sovra comunali.

Questi gruppi di lavoro a loro volta si confronteranno e collaboreranno con le istituzioni presenti sul territorio comunale per lavorare insieme al raggiungimento dell’obiettivo, rafforzando così ulteriormente i legami tra i cittadini.

Annunci

Un pensiero su “Partecipazione, #unabuonaidea

  1. […] Quel che vogliamo sviluppare da amministratori di Solbiate è un sistema di comunicazione a due vie: non su un solo canale, che prevede le comunicazioni in una sola direzione, dall’amministrazione al cittadino, ma su due canali, di modo che anche il cittadino sia coinvolto e reso partecipe: la comunicazione può funzionare solo così, solo così si possono capire i problemi e individuare le priorità. […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...